Autorizzazione all’uso dei cookie

MecWilly entra in classe per la gioia dei bambini!

Gli ultimi giorni di scuola ho portato in classe un assistente molto speciale… si chiama Jarvis ed è un piccolo social robot educativo, dotato di sei servomotori che gli permettono di muovere le labbra e gli occhi ed esprimere così alcuni stati d’animo, come la felicità, l’imbarazzo, la curiosità, la tristezza, lo ​stupore, la rabbia e la preoccupazione.

Si interfaccia con il mio tablet ed è in grado di sviluppare una semplice conversazione con i ragazzi: li chiama per nome, fa domande e corregge le loro risposte con frasi spiritose. Ovviamente è necessario prima preparare la lezione e i “dialoghi” che si intendono proporre alla classe, procedendo con la programmazione  e la scrittura del codice. Io, per esempio, con queste lezioni speciali, ho scelto di introdurre gli aggettivi e di ripassare la frase minima.

Nel primo caso Jarvis ha presentato ai bambini gli aggettivi qualificativi e ha proposto loro alcuni esercizi per discriminare gli aggettivi dai sostantivi.

Nel secondo, il robot ha interrogato gli alunni chiedendo loro di riconoscere, in una semplice frase, il predicato 

ed il soggetto. 

Ho potuto constatare personalmente che Jarvis facilita nei bambini nell’acquisizione dei contenuti, consente di recuperare velocemente i concetti già affrontati e… riesce a catturare sempre l’attenzione dei ragazzi!

Jarvis inoltre permette di avvicinare i bambini alle basi della robotica in modo semplice e divertente.

Sicuramente questo robot può rivelarsi un prezioso strumento di lavoro con tutti, soprattutto con i bambini disabili o con diagnosi di D.S.A. .

Nella restituzione dei bambini tutti hanno espresso il desiderio di poterlo avere ancora in classe e moltissimi avrebbero voluto essere nuovamente interrogati da Jarvis.

Ciò che più li ha entusiasmati è stato l’approccio ludico alla disciplina… per tutti è stato divertente fare lezione così… questo “maestro robot”, come qualcuno lo ha soprannominato, li ha conquistati!

ha scritto: “ Mi è piaciuto perché ci faceva imparare molto!”.

 

Elisabetta Menozzi

Scuola Primaria “De Amicis”- Montecchio Emilia – classe 2^D

Per il video: https://www.youtube-nocookie.com/embed/3LFBnKD6pgM?rel=0 

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Sito realizzato da Lavia Di Sabatino su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia nell’ambito del Progetto “Un CMS per la scuola”.